Rif. 501 – Palazzo Clary

Vendita

5˙000˙000

  • _SA79286-HDR
  • _SA79302-HDR-Modifica
  • _SA79374-HDR
  • _SA79390
  • _SA79415
  • _SA79466
  • _SA79443-Modifica
  • _SA79394
  • _SA79424
  • _SA79425
  • _SA79435
  • _SA79436
  • _SA79458
  • _SA79275
  • _SA79286-HDR
  • _SA79302-HDR-Modifica
  • _SA79374-HDR
  • _SA79390
  • _SA79415
  • _SA79466
  • _SA79443-Modifica
  • _SA79394
  • _SA79424
  • _SA79425
  • _SA79435
  • _SA79436
  • _SA79458
  • _SA79275

Num. Rif. :

 501

Area

480

Descrizione

Edificato nel XVII secolo, il palazzo appartenne all’illustre casata dei Bon, prima di passare in eredità alla famiglia Priuli ed in seguito, a partire dal secolo XIX, alla nobile famiglia franco – austriaca dei conti di Ficquelmont, dai quali fu ereditato, infine, dai principi austriaci di Clary e Aldringen. Dopo la Seconda Guerra Mondiale il palazzo ospitò la sede storica del Consolato di Francia, fino a quando quest’ultima non fu spostata a Trieste sul finire degli anni ’90. Benché rimaneggiato nel corso del XIX secolo, il palazzo mantiene pressoché intatto l’impianto stilistico tardo-rinascimentale, leggibile soprattutto in facciata, la quale si sviluppa su tre piani più mezzanino in sottotetto. Al piano terra vi è l’accesso all’immobile mediante un portale centrale ad architrave, sovrastato da due stemmi appaiati, mentre il piano nobile e il secondo piano sono caratterizzati da ampie quadrifore centrali, costituite da archi a tutto sesto sorretti da colonne di ordine ionico, e da coppie di monofore laterali a completare simmetricamente la facciata. Le balaustre in pietra del piano nobile sono ornate da piccole statue di leoni, mentre il mezzanino in corrispondenza del sottotetto è scandito da finestre quadrangolari, sovrastate dal cornicione dentellato che fa da coronamento a tutta la facciata. Tra le modifiche più consistenti apportate nel XIX secolo al palazzo vi sono la creazione di un cortile unico con fontana, ottenuto mediante l’unione dei due cortili già esistenti, e la realizzazione di una galleria coperta che dalla metà dello scalone principale immette alla riva d’approdo, occupando parte del mezzanino esistente.

Scarica Brochure

Mappa

Immobili simili